Flexi Charger Renault

L’intento di questa pagina è di raggruppare tutte le informazioni relative a questo caricatore per la Zoe utilizzabile su una ‘qualsiasi’ presa Schuko a 220V anche con semplice impianto a 3kW.

Diciamo che la verità è che non sempre funziona al primo colpo e qualche volta neanche dopo…. e per questo vorrei creare questa pagina esplicativa per aiutarvi a risolvere, quando possibile, i vostri dubbi e problemi.

Bisogna precisare che la ricarica tramite questo dispositivo ha una bassissima efficienza che potete verificare in questa pagina Tempi di ricarica ed efficienza.

L’utilizzo più semplice è quello di collegarlo ad una presa Schuko e verranno assorbiti 8-10A quindi circa 2kW ( come un phon ).

‘utilizzo più semplice è quello di collegarlo ad una presa Schuko e verranno assorbiti 8-10A quindi circa 2kW ( come un phon ).

Calamita applicata al Flexi Charger Renault

L’utilizzo “avanzato” è quello con l’aggiunta di una calamita che lo farà funzionare a 13A ( poco meno di 3kW). In questo caso, se avete un contratto casalingo da 3kW, dovete stare molto attenti a cosa avete già in funzione, perché è facile superare il limite del contratto. La calamita va posta sopra ( come in foto allegata ) o sotto ( parte opposta ). Il magnete inizialmente la tenevo con un elastico, ma poi con il tempo si è rotto ed ho optato per una fascetta da far passare dentro la calamita ( la mia ha il buco al centro). La fascetta l’ho poi forzata in modo tale che posso allargarla e stringerla a piacimento, così da poter decidere se caricare a 10A o 13A.

Green’Up Access Legrand

La differenza di funzionamento è derivata dall’utilizzo originale per cui era stato sviluppato: utilizzarlo con una presa Green’Up Access Legrand Bticino. Tramite quella presa il Flexi Charger funziona in automatico a 13A perché quella presa ha il cablaggio e le protezioni idonee a quella tensione.

Indipendentemente da come lo utilizzerete, a 13A o anche solo a 10A, dovrete verificare che i cavi siano della sezione adeguata ed anche l’impianto elettrico sia adeguato. Per questo motivo vi consiglio assolutamente di chiedere una verifica al vostro elettricista di fiducia perché potreste tenere connessa l’auto per diverse ore, se non per tutta la notte e la sicurezza in questi casi è la cosa più importante, evitare il FAI-DA-TE!

Avendo i cavi adeguati comunque c’è il rischio che alla Zoe il vostro impianto non piaccia o viceversa… è quello che è successo a me in Hotel ad Andalo: provando a caricare sia a 10A che a 13A, nei quadretti elettrici presenti nel loro garage, c’erano problemi di dispersione ( come mi hanno suggerito su Facebook alcuni utenti ) e può succedere in vecchi impianti. La Zoe già di suo ha dispersione e se l’impianto è vecchio potrebbe avere magnetotermici e/o differenziali non adeguati e quindi dopo un po’ saltare …. Infatti in Hotel mi caricava per 1 ora e poi andava via la corrente a tutto il garage. Ho trovato questo link ( in tedesco, ma con google translate potete aiutarvi ) dove parlano dei requisiti minimi elettrici per evitare problemi https://www.goingelectric.de/wiki/Renault_ZOE:_Technische_Mindestvoraussetzungen_f%C3%BCr_zuverl%C3%A4ssige_Ladung_Modell_210

Il caricatore in Italia non è di serie con l’auto come in Francia e da listino costa la bellezza di 600€. Personalmente l’ho acquistato sul sito di annunci francesi https://www.leboncoin.fr/ da un privato al costo di 170€ compresa la spedizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *